Una storia di Natale

Con l’obiettivo di ampliare la tradizionale offerta didattico-creativa con iniziative di carattere culturale, artistico, e scientifico la Fondazione desidera proporre ai suoi piccoli e fedeli protagonisti, l’opportunità di conoscere più da vicino il mondo incantevole e coinvolgente del teatro.
Consapevoli che l’arte teatrale è attività formativa fondamentale poiché tende ad educare i bambini alla comunicazione, alla socializzazione e all’apprendimento, a stimolare la fantasia e l’immaginazione, oltre che a incantare e a sedurre.

La Fondazione  San Francesco di Paola propone dunque al termine delle festività natalizie una storia commovente, tra le più famose di Charles Dickens, “Canto di Natale”. Essa andrà in scena venerdì 05 gennaio, alle 15.45 nella Sala Convegni del Santuario di San Francesco di Paola nella versione riadattata per bambini, a cura dell’Associazione Art Patachipi e promossa dalla Fondazione San Francesco di Paola Onlus.

“Mi sento leggero come una piuma, felice come un angelo, allegro come uno scolaretto. La testa mi gira come se fossi ubriaco. Buon Natale e Buon Anno a tutti!“.

La favola di Dickens, racconta di un uomo d’affari, avaro ed egoista di nome Scrooge che trascura la famiglia e soprattutto non riesce ad apprezzare le piccole cose, e festeggiare e godere delle feste come per esempio il Natale.
Nella notte della Vigilia, Ebenezer Scrooge, arido, spilorcio e duro di cuore, viene visitato dagli Spiriti del Natale passato, del Natale presente e del Natale futuro che gli fanno rivivere i momenti più significativi della sua vita, i suoi errori, le sue sofferenze e lo aiutano a comprendere come le persone possano essere felici e unite, nonostante la povertà. Scosso e impietosito per le sofferenze altrui, Scrooge si risveglierà la mattina di Natale profondamente cambiato nell’anima. D’ora in poi non mancherà mai di festeggiare il Natale e non perderà nessuna occasione per fare del bene.
 Il lieto evento è rivolto a bambini piccoli e grandi, adulti, alle famiglie, ed ai saggi e premurosi nonni.

INGRESSO GRATUITO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *